Microfono alla mano

Era la prima volta che parlavo in pubblico, aveva voglia di esprimere un sacco di cose, nella mia testa avevo tutti i collegamenti.
Bolle pervadevano l’aria, sentivo salire l’eccitazione verso la cima della torre Galfa.
Un microfono in mano e pochi secondi per esprimere 22 anni di ragionamenti: “Ci dicono che non c’è lavoro, mentre vedo Pompei che cade ogni giorno. MACAO può essere più di un centro per artisti, ma un centro per giovani e per tutti i loro temi.”
Lavoro, ecologia, meno cemento e più internet…
Questi sono gli argomenti che mi premono e averli potuti esprimere, offrirli alle idee di MACAO, emozionarmi per MACAO…beh, è stato straordinario.
Potrete anche criticarmi, ma tanti mi hanno fermata per strada e dato la mano. Per me è sufficiente.

Annunci