Nemesi Animale all’UniMi

In questi giorni, in via Festa del Perdono, è comparso il gazebo informativo di “Nemesi animale”, associazione antispecista dedita all’inchiesta e alla divulgazione in merito alla crudeltà sugli animali.

Nel mirino questa volta c’è la stessa Università degli Studi di Milano: un dossier curato dagli attivisti presenta nomi, luoghi e macabri dettagli sulla pratica vivisezionistica nel capoluogo lombardo e in particolare nelle facoltà scientifiche delle università milanesi.
La Statale sarebbe inoltre stata contestata per la minaccia di azioni legali nel caso “Nemesi animale” continuasse a diffondere l’inchiesta, che a suo parere riporterebbe contenuti errati o alterati.

“Nemesi animale” ha risposto punto su punto sul suo sito e ha voluto portare a conoscenza gli studenti di quanto sta avvenendo con una presenza fisica.
Presso lo stand, gli attivisti chiedevano simbolicamente una firma per sostenere un altro progetto, VisoniLiberi, e fornivano materiale sulla loro associazione e il veganesimo.

————–

Ulteriore felicità per il Rettore:

Lunedì, ore 17.00, previsto “Harlem Shake” studentesco.
Fortunatamente per i partecipanti, la professoressa Benedetti avrà già concluso la sua lezione per quell’ora…

Annunci