Storie di Papi

Immense le parole di ieri di Dario Fo a “Otto e Mezzo”, potente l’interpretazione di una parte del suo nuovo libro “La figlia del Papa” (pubblicazione di per sé non innovativa per quanto riguarda la figura femminile, chiunque conosca i lavori di Maria Bellonci e di alcune storiche femministe lo sa…; molto più interessante appare il versante contemporaneo della vicenda).
Al di là del fascino suggestivo di alcuni particolari personaggi (o delle loro famiglie), fin troppo spesso manipolati e rielaborati dalla Chiesa in primis e dagli scrittori in seconda istanza, ogni Storia, ogni Papa ha avuto il proprio dettaglio da approfondire, fosse anche solo per il fatto che ognuno di loro è stato a capo di uno Stato e di un Impero spirituale.

La puntata di ieri

Al giorno d’oggi c’è chi è portato a credere che la Storia della Chiesa non ci interessi, che sia altro rispetto a noi.
Ma così come il Concilio di Trento ha dato il via ad uno sconvolgimento epocale (è stato giudicato tale dalla storiografia recente, precedentemente lo si considerava solo un effetto della Riforma protestante), anche gli ultimi Papi dal Concilio Vaticano II stanno operando una rivoluzione che non riguarda solo i Cattolici, ma la comunità umana intera, perché sono a tutt’oggi a capo di uno Stato e di un Impero spirituale, ma ancor più perché tutti gli uomini provano rispetto per figure tanto alte, tradizionalmente al di sopra del potere temporale.
E’ un dato di soggezione innata, incosciente.
E non mi si venga a dire che il peggior satanista (o definitosi tale) non deglutirebbe trenta volte prima di riuscire a rivolgere la parola ad un Papa…

———

Uno storico non può che assistere agli eventi di oggi, come a quello dell’abbandono del soglio pontificio di Benedetto XVI, con una trepidazione consapevole, certo di essere all centro dell’azione e di star assistendo a eventi che finiranno su ogni manuale.
Ed uno storico non può non comparare gli eventi e sapere che non c’è nulla di nuovo sotto il sole: l’uomo è uomo, sia esso papa, credente o ateo; studiarlo non è che ricercare in una branca dell’antropologia.

Papa Giulio II Raffaello Sanzio National Gallery, London

Papa Giulio II
Raffaello Sanzio
National Gallery, London
(piccolo omaggio al mio Papa preferito XD)

 

Annunci